#XF10 – La sesta puntata dei Live

Mancano solo tre puntate alla fine di X Factor 10 e, contro tutte le aspettative, anche noi teniamo botta come i sei concorrenti rimasti in gara. In settimana ci siamo lanciati in qualche pronostico, ma siamo pronti a essere smentiti già da questa sera.

Ah, nel frattempo Sky ha esaurito il budget e questa sera ci saranno come ospiti Fabio Rovazzi e gli Skunk Anansie. Ma ora bando alle ciance che il bello e bravo Alessandro Cattelan è già tutto frizzantino dietro le quinte pronto per salire sul palco.

Dalle 21.15 inizieremo il live blogging! Se volete vedere gli aggiornamenti in tempo reale vi basterà ricaricare la pagina.

21:15 – Della presentazione non ci ho capito nulla, perchè stavo cercando di capire che fine avesse fatto Barbara Cola. I ragazzi iniziano cantando tutti contemporaneamente una versione di Hymn for the weekend dei Coldplay, cambiando genere ogni due per tre. Una cosa molto carina che mi fa sentire più o meno così 

21:15 – Roshelle apre la serata con Doo wop di Lauryn Hill. Un’assegnazione molto molto gigiona che ovviamente ci lascia soddisfatti. Tutti felici tranne Alvaro che giustamente si sente in diritto di dire la sua, in qualità di capitano di un team che non voleva.

21:32 – L’unico motivo per cui Soler non ha ancora chiuso il trolley : i Soul System con Feel good inc. Loro sono bravissimi, ma Alvaro o Alvàro o Alvarò ci lascia la certezza che qualsiasi cosa voglia dirci ci appassiona come nessun altro argomento.

21:47 – Evapevarello, la pupilla di Manuel Agnelli, con una versione pevarellizzata (?!) di Mad about you. Stranamente le scelte di questa sera mi sembrano tutte commerciali e cucite addosso ai ragazzi. I giudici non sono particolarmente soddisfatti e io mi chiedo che tipo di cuffie abbiano lì dentro.

21:54 – Loomy, the revenant. Giustamente incazzato per la scelta imbarazzante della settimana scorsa, ci riprova con Cheap thrills di Sean Paul  feat. Sia. Solo che Sia a quanto pare era ancora in fila alle casse dell’ipercoop per il cyber monday e quindi i cori sono andati ad Arisa, che francamente fa la sua porchisssima figura.

E intanto, durante i giudizi alle 22:05 

22:08 – Entra il Biagioni mentre ancora Arisa non ha finito di urlare suca, stravolgendo interpretando Wonderwall degli Oasis. Ma dal momento che i suoi capelli sono più vaporosi e morbidi di sempre siamo pronti a perdonarlo. Più o meno.

22: 13- Una sequela di parole a caso pronunciate da Fedez introduce Gaia e Let it go di James Bay. Una performance molto elegante durante la quale ci è venuta voglia di piangere ed indossare il pigiama. Ci svegliamo quando Manuel fa un cazziatione epocale ad Arisa perché non conosce il pezzo, dandole dell’ignorante. E si conclude la prima manche.

22:33 – Se pensavate che Skyn avesse quantomeno imparato l’italiano dopo la sua esperienza da giudice vi sbagliavate. Un medley un po’ così così,durato il tempo di una sveltina, ci porta al momento dell’eliminazione del primo baldo giovine.

22:38 – Ospite fisso del ballottaggio, il magico Loomy!

22:45 – E io non posso credere che la seconda manche stia iniziando solo adesso, nonostante il caro Biagioni con Please please please let me get what i want degli Smiths sia stato impeccabile, tanto che anche io mi sento di fare i complimenti a chiunque, pure a Tommassini.

22:53 – Veloci come il vento si passa a Roshelle e No di Meghan Trainor. In perfetto clima referendum, così com’è perfetta lei.

22:57 – Gaia canta Foglie di Malika Ayane. Devo dire che la manche con l’orchestra mi sta esaltando talmente tanto che mi sento già catapultata nel mood Sanremese e ho voglia di percorrere una scalinata qualsiasi.

23:03 – I Soul System con Where is the love.  Devo ammettere che il gruppo è migliorato tanto, nonostante sia stato affidato a Soler.

23:07 – Eva, ultima di questa seconda manche, si esibisce con  Senza fine di Gino Paoli. Un titolo che è un po’ metafora di questa serata, ma di un’eleganza che non avevamo ancora mai visto su questo palco.

23:29 – Mentre Cattelan annuncia il secondo nome che andrà a sfidare il piccolo highlander Loomy, mi ritrovo a sperare che si siano dimenticati di chiamare Rovazzi, così come io una volta mi dimenticai di tirare fuori le patate dal forno e le trovai solo il giorno dopo. Ad ogni modo, ad andare contro il rapper sarà Gaia.  Il primo prova a rimanere attaccato alla sua poltrona portando Anima fragile di Vasco, mentre Gaia ci tenta con Youth dei Daugther. 

23: 33 – Incredibile ma giusto, la settimana prossima dovremo fare a meno di Loomy. E sulle note della nuova sorprendente hit di Rovazzi vi bacio tutti in fronte.

Commenti via Facebook

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: