A tu per tu con la Redazione: Enrico Siringo

Come per Emily Valentine, anche con Enrico Siringo la nostra conoscenza virtuale risale all’anteguerra. Erano bei tempi, quando per strada ci si salutava ancora con “buongiorno” e “buonasera”, c’era la Lira e soprattutto avevamo un sacco di tempo da dedicare al blogging. Enrico aveva un blog in cui disegnava fumetti mentre io avevo sempre un blog in cui scrivevo cazzate. Ci siamo trovati dopo tanti anni e finalmente ce l’ho fatta: Enrico è dei nostri. A voi l’intervista ESCLUSIVA.

Enrico Siringo

[Le gif a commento dell’intervista sono state inserite da quella sagoma di Signor Ponza]

Anche con te cominciamo dal principio. Il principio più recente, visto che ci conosciamo da anni e anni. Non mi ricordo come è nata l’idea di coinvolgerti su Signorponza.com: ti ho costretto io con qualche mezzuccio?
A dire il vero sono stato io a propormi, con un mezzo progetto che ovviamente è cambiato totalmente in corso d’opera. Quindi mi sono dato la zappa sui piedi da solo.

Quindi autolesionista con la passione per la scrittura. Anche tu niente droga?
La droga dei miei coetanei è la famiglia coi figli, si sposano tutti e si accoppiano a scopo riproduttivo, quindi anche “no, grazie”. Amo scrivere, è stimolante, almeno faccio fruttare la mia laurea in scienze delle merendine. Ho sempre ricevuto buoni feedback e mi sono montato la testa, quindi oggi Signorponza.com, domani Premio Pulitzer. Scherzo. Ah, in “scopo riproduttivo” l’enfasi era su “scopo”.

Malizioso Gif

C’è già un post di cui vai più fiero?
Sul Signorponza.com ne ho scritti ben due, quindi sono orgoglione di entrambi. Sono molto soddisfatto di un paio di articoli scritti per Il Resto Del Caffè su La Bella Addormentata e Cenerentola, perché mi piace distruggere le favole a lieto fine.

Salutiamo gli amici de Il Resto del Caffè che sicuramente ci stanno leggendo. Ora però non distraiamoci: c’è un post di cui un po’ ti vergogni?
Su Blondissime c’è tantissimo materiale trash e imbarazzante da ripescare nel passato, fra tutti le Oroscopazzate, la mia personalissima lettura delle stelle.

Salutiamo anche gli amici di Blondissime che sicuramente ci stanno leggendo. Ma tormiamo a noi. Anzi a te: nella vita che cosa fai quando non scrivi per Signorponza.com?
Scrivo anche per Serial Freaks, un sito dedicato alle serie TV creato insieme ad alcuni amici. Ah ma tu intendi un lavoro vero con uno stipendio vero? Allora lavoro in un negozio a Milano, vicino a casa del Signor Ponza, che in due anni è passato una volta sola. Vergogna.

Ariel Sirenetta Vergogna Gif

Se le persone vedessero il mio abbigliamento, capirebbero la mia latitanza dai negozi. Ah e salutiamo gli amici di Serial Freaks che sicuramente ci stanno leggendo. Ora veniamo alle cose che veramente interessano al pubblico: il gossip. Sei single o i lettori possono farti delle avances? Non è detto che una cosa escluda l’altra.
Sono single e questa estate andrò in vacanza a Scopello. Può bastare?

Speriamo che la vacanza porti tantissime soddisfazioni. Dovesse andare male, per consolarti quale superpotere ti piacerebbe avere?
Lo schiaffone invisibile: quando serve, mollare un sonoro ceffone in faccia o sulla nuca a chi se lo merita. Anche in remoto.

Io spero di non essere tra le vittime. Detto questo, passiamo al capitolo musicale: chi sono le tue popstar preferite?
Il mio primo amore fu Mariah Carey, compravo tutte le sue musicassette. Sì avete letto bene, le musicassette. Dopo sono cresciuto e ho ampliato i miei orizzonti musicali, ed oggi per esempio sulla mia playlist ho Florence + The Machine, Courtney Barnett e la compilation dell’ultimo Eurovision Song Contest.

Come ti viene l’ispirazione per un nuovo post? Scrivi di getto o ci lavori su?
Di getto non faccio mai nulla, di solito pondero, scrivo, correggo e riscrivo, ed essendo di un’altra epoca non di rado la prima bozza la butto giù con carta e penna.

Qual è il tuo motto?
Una risata vi seppellirà. Spero.

Evil Cat Gif

Ti vedremo ancora nella stagione 2015-2016 di Signorponza.com? Vuoi darci qualche anticipazione sui temi che affronterai o ti piacerebbe trattare?
Ho appena iniziato, mi auguro proprio di sì. Anche perché so dove abiti, Signor Ponza.

Intanto che vado a cambiare domicilio, ringraziamo Enrico per l’intervista e vi ricordo che potete farvi gli affari degli altri membri della Redazione leggendo le interviste precedenti:

Commenti via Facebook

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: