Single a San Valentino? Ecco cosa fare e cosa NON fare

San Valentino, la festa dei fioristi e dei produttori di cioccolatini degli innamorati, si avvicina. Questa cosa può diventare un problema per coloro che non sono innamorati oppure, ancora peggio, per chi è innamorato, ma non è contraccambiato nei suoi sentimenti. Per aiutare tutti coloro che rientrano in questa categoria e che la vivono male, abbiamo provato a mettere in fila tre semplici consigli per soffrire il meno possibile ed evitare di cadere nel tunnel dell’alcolismo.

No ristorante, sì cena a domicilio

Il primo luogo da evitare come la morte è il ristorante (o qualsiasi luogo affine dove è possibile consumare un pasto in compagnia). Sapete già che il 14 febbraio sarà pieno di coppie che consumano il loro piatto di sushi guardandosi intensamente negli occhi, mentre lui versa con un sorriso soddisfatto e speranzoso il vino nel bicchiere di lei (e siccome siamo a favore del Gender, sentitevi liberi di sostituire i pronomi personali a vostro piacimento). Se proprio non avete voglia di cucinare il consiglio è quello di ordinare a domicilio, ché non si sa mai che il fattorino che fa la consegna finisca per rivelarsi l’uomo della vostra vita. E come sempre il nostro consiglio è quello di affidarvi a Deliveroo, se cliccate qui avete pure 5€ di sconto sul primo ordine.

image

No cinema, sì tv sul divano

Anche il cinema è altamente sconsigliato nel giorno di San Valentino, a meno che siate tra coloro a cui piace passare la serata nel buio a osservare coppie di innamorati che tubano e si sbaciucchiano (questione di gusti, anche se descritto così la fa sembrare più una cosa per pervertiti). Per fortuna la tecnologia ci viene in aiuto e, armandovi di telecomando, avete la possibilità di trascorrere una serata guardando film o serie tv comodamente adagiati sul vostro divano (magari dopo aver ordinato a domicilio, come illustrato nel punto precedente).

image

No messaggi agli amici, sì social network

La sera del 14 febbraio sarebbe utile evitare di tempestare gli amici di messaggi nel gruppo che avete su WhatsApp. Loro non vedono l’ora di godersi una serata con il/la partner e voi rischiate di passare per il guastafeste o lo sfigato di turno. Molto meglio riversarvi sui social network. Vi consiglierei in particolare Twitter, dove c’è sempre una buona dose di cinismo, sarcasmo o insoddisfazione nei confronti della vita (io infatti sarò lì), oppure Instagram o Tumblr, dove potrete mettere i cuoricini sugli uomini o le donne dei vostri sogni. Oppure semplicemente per fare stalking ai vostri fidanzati immaginari.

image

Ovviamente nell’accezione “social network” potremmo anche fare rientrare tutte le cosiddette “dating apps” (Tinder, Happn, Grindr, ecc…), che sono sempre un modo alternativo per trascorrere la serata o, addirittura, per prepararsi a trascorrere il prossimo San Valentino non più da single.

[Articolo originariamente apparso qui e scritto per Yahoo Celebrity Italia]

Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi

Commenti via Facebook

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: