5+1 ricette degli snack perfetti per godersi la finale dell’Eurovision 2016

Siamo giunti alla finale dell’evento più importante per l’Europa. Più della Rivoluzione Francese, più del matrimonio di William&Kate: la finale dell’Eurovision Song Contest.

Ormai non si parla d’altro su Signorponza.com ma stiamo dimenticando una cosa FON DA MEN TA LE ! Il cibo. E per fortuna ci sono io sempre disposto a parlare.

Dovrebbe essere chiaro dopo le doppie semifinali chi siano i nostri preferiti quindi per godersi al meglio la finale non ci resta che preparare questi 5 semplicissimi snack dedicati ai nostri cantanti preferiti. Più 1, per la nostra Francesca che anche se non potremmo televotare portiamo nel cuore e per cui faremo un tifo sfegatato. A suon di pizzette.

Russia / Sergey Lazarev – You Are The Only One

linsalata-russa-vegana-una-salsa-squisita-per-qualsiasi-antipasto_165500_big

Dalla Russia non potevo che proporre una di quelle ricette che o le ami e vorresti mangiarne una vagonata o piuttosto preferiresti fare il bidet ad Adinolfi. E ho nominato Adinolfi non a caso visto che in teoria noi gay dovremmo boicottare la Russia, ma d’altronde non è colpa nostra se quel volpino furbino di Sergey ha deciso di spogliarsi. La ricetta è l’insalata russa, che russa neanche è ma non credo abbiate invitato lo zar a cena da voi!

Ricetta: 300gr di verdure bollite croccanti (patate, carote, piselli tagliate molto piccole) / 200gr di maionese / 100gr di yogurt greco o panna acida / prezzemolo / sale

Preparazione: neanche c’è bisogno di stare a spiegare. L’importante è tagliare le verdure molto piccole, bollirle al dente e farle scolare bene

Spagna / Barei – Say Yay!

tapas-tortilla-de-patatas Per la Spagna una canzone pazzesca che sembra gli spagnoli vogliano farci credere che son passati i tempi di Paso Adelante e della Sangria a Sitgez. Un sound davvero europeo popparolo perfetto per l’Eurovision o per aprire una puntata di Pazzesco. Stuzzichino per tifare Spagna? Ovviamente la tortilla di patate. Spagna se non ci dai 12 punti diamo fuoco alla Rambla.

Ingredienti: 6 uova / 200gr di patate a fette sottili / latte / olio / cipolla / sale

Preparazione: sbattete per bene le uova con mezzo bicchiere di latte. Fate soffriggere in abbondante olio, e ripeto abbondante, le patate a fettine sottili e ben asciutte con la cipolla a fette. Aggiungete le uova e fate cuocere a fuoco medio finché non sarà dorata da una parte e potete girarla per continuare la cottura. Se non l’olio non era abbastanza, questo è il momento in cui ve ne pentirete. Vamos!

Svezia / Frans – If I Were Sorry

Tartine-burro-birra-castello-2

Una canzone pazzesca per il paese ospitante di questa edizione che a tratti quasi ci fa pensare che Justin Bieber sia nato in una culla IKEA. Apprezziamo sia la sua bravura che la sua BRAVURA, ma soprattutto il fatto che stuzzicare a tema Svezia è meglio di quanto sembri. Ci hanno conquistato con le famose polpettine, ci fanno innamorare di queste tartine.

Ingredienti: pane nero ai semi / panna acida / salmone affumicato / aneto

Preparazione: più che semplice! Un cucchiaino di panna acida condito con sale, su una piccola tartina di pane nero, un ricciolo di salmone affumicato e un ciuffo di aneto, oppure una fettina di ravanello.

Austria / ZOË – Loin d’ici

prezel soft

L’anno scorso fecero una figura barbina nonostante ospitassero il festival. Quest’anno hanno voluto riscattarsi con una strana combo: una canzone in francese (in FRANCESE?), una scenografia floreale e una cantante con lo sguardo da matta totale. Il risultato fa sognare il nostro lato baraccone. Ovviamente se vuoi far vincere l’Austria non puoi che preparare un cesto di brezel per i tuoi invitati e saranno convinti a votare Zoë.

Ingredienti: 500gr pasta per la pizza / bicarbonato / sale grosso / burro / erba cipollina

Preparazione: una versione semplicissima. Create dei piccoli rotolini con la pasta della pizza, annodateli come brezel e ora il trucco. Con una schiumarola fateli bollire per 1min con 2 cucchiai di bicarbonato ogni litro d’acqua. Poi scompargeteli di sale e infornate a 180º per 20min. Farciteli con burro e erba cipollina. Altrimenti la ricetta originale la trovate su unacucinaperchiama.com.

Australia / Dami Im – The Sound of Silence


Mentre noi eravamo troppo impegnati a chiederci come mai l’Australia partecipi all’Eurovision loro hanno pensato bene di fare una canzone che quasi quasi potrebbe vincere. Se non fosse che poi ci tocca andare tra i canguri l’anno prossimo. Visto che loro vogliono fare le cose diverse anche io vi propongo uno snack però dolce, perché la serata bisogna pur concluderla con un dessert. Dei dolci mattoncini di Lamington da lanciare contro la TV se non vince il nostro preferito.

Ingredienti: 300gr di pan di Spagna alto (o altro dolce soffice), 100gr cioccolata, 30gr burro, 60ml latte, farina di cocco

Preparazione: tagliate il pan di Spagna a quadrotti, fate sciogliere il cioccolato con latte e burro e immergeteci i quadrotti e passateli nella farina di cocco. Se volete la ricetta completa la trovate sul mio blog.

Italia / Francesca Michielin – No Degree Of Separation

pizza swirlNon sappiamo più come fare per prenderci questa vittoria, neanche i tenorini sono bastati. Io spero tantissimo che la nostra Franceschina che ce la faccia ma questo si sapeva già. Sarò pronto a supportarla lanciando i peggiori anatemi contro i paesi vicini che non ci saranno 12 punti. San Marino, I’m watching you! E poi a sfogare la mia rabbia su queste pizzettine.

Ingredienti: un rotolo di pasta sfoglia / concentrato di pomodoro / mozzarella / origano

Preparazione: stendete il rotolo rettangolare di sfoglia, stendeteci uno strato di pomodoro concentrato diluito con po’ d’olio e acqua, aggiungete la mozzarella appassita, condite con sale e origano e arrotolate per il lato lungo. Tagliate delle fette e disponete su una teglia e infornate per 15min a 180º.

clippermark
Ho 26 anni e sono nato in Abruzzo anche se negli ultimi anni ho iniziato a cambiare città come le mutande. Vado spesso in Germania per cercare di capire come mai mettano l’ananas sulla pizza ma voglio viverci da quando ho scoperto che mi piace. Da ormai 4 anni scrivo ricette sul mio blog "Una cucina per Chiama" ma tutto è iniziato quando da piccolo ho visto in TV Antonella Clerici: io però ho imparato a cucinare. Dicono di me: "stai sempre in giro", dico di loro: "fatevi i cazzi vostri".
clippermark

@clippermark

Fatto della stessa materia di cui sono fatti i refusi. #nonprendiamocisulserio
clippermark

Commenti via Facebook

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: