Periscope: fottesega much?

Periscope è l’app del momento. Se frequentate un minimo i social network, soprattutto Twitter (che ne è anche proprietario), non potete non aver sentito parlare di Periscope negli ultimi giorni. Si tratta di un’app che permette di trasmettere in streaming video ripresi dalla fotocamera del proprio cellulare. Al grido di “siamo tutti videoreporter”.

Che l’app abbia avuto successo non è in discussione, soprattutto a giudicare dalle notifiche che quotidianamente ricevo e che ogni due minuti mi avvisano che Tizio e Caio hanno iniziato a trasmettere qualche video (ma solo perché non ho ancora capito come eliminare questi fastidiosi alert).

Arianna David Sono Piena Gif

Tuttavia ho l’impressione che il mezzo ci stia un po’ sfuggendo di mano.

Io stesso sono caduto vittima dell’ansia del voler provare a tutti i costi le potenzialità di Periscope, pubblicando un breve streaming dalla partenza della Stramilano, come mostrato dal twit precedente. Ma la mia stessa reazione (notare che anche su Twitter parlo con me stesso come se avessi disturbi della personalità) credo esprima bene il principale difetto di questa prima fase di utilizzo dell’app: i contenuti che propone l’utente medio hanno un grado di interesse pari alla classifica finale del campionato italiano di curling. Con tutto rispetto parlando.

Bored to Death Gif

Ci tengo a sottolineare che secondo me Periscope (e le app analoghe, come Meerkat) sarà presto un mezzo di comunicazione importantissimo, ma spero che gli utenti capiscano presto che, ad esempio, dei seguenti streaming non ce ne fotte una minchia non ci interessa molto:

  • il tragitto casa-ufficio;
  • una panoramica approfondita dell’ufficio;
  • il tramonto visto dalla finestra della cameretta;
  • voi che vi asciugate i capelli allo specchio;
  • voi che fato lo streaming di quello che state guardando alla tv.

Quindi, in attesa che Periscope diventi effettivamente un mezzo di comunicazione utile, non mi resta che trovare dove si disattivano le notifiche di nuove trasmissioni. Qualcuno mi sa aiutare?

Commenti via Facebook

comments

  • Mah io sinceramente tra casini vari della vita che sono prolungati nelle vacanze di pasqua non mi ero manco reso conto di sta cosa… Direi che a meno che uno non voglia fare streaming porno dovrebbe pensarci non una, ma 100000000 volte prima di iniziare una trasmissione!
    Comunque trovo il nome dell’app GENIALO.

    • Gelido

      ma infatti io ho vagato un pò in periscope alla ricerca di qualche bel manzo e invece il nulla totale… per il momento condivido l’approccio del signorPonza #fottesega (anche se questi “milanesismi” non appartengono al mio linguaggio 😉 )

    • Spero nulla di troppo drammatico, ma spero anche tu non ti sia perso il nuovo spot di Super Simona Ventura, nonché ossessione della settimana del blog.

      • guarda appena a casa me lo guardo, e non l’ho visto finora solo perche’ avevo scordato le cuffie!

  • Speriamo diventi un modo per piratare le serie tv 😀 😀

    • Sicuramente uno degli usi inappropriati che se ne faranno sarà questo. Però, non so te, ma io non me la sento di vedere le serie tv in quella qualità orrenda! 😀

      • Quello è vero, però lo immaginavo più un modo per far vedere “online” le anteprime anche di videoclip che vanno in onda in Giappone o la prima puntata in onda di qualche serie. Insomma, un’anteprima prima della qualità ottima a cui i leak ormai ci abituano 🙂

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: