Ecco le pazzesche esibizioni dei Grammy’s 2017 di Katy Perry, Ed Sheeran, Lady Gaga, Beyoncé ed Adele

Ieri sera negli States gli annuali Grammy’s Awards sono stati veramente #pazzicolbotto viste le esibizioni di praticamente tutti quelli che contano qualcosa nella musica pop contemporanea. Le esibizioni di Katy Perry, Lady Gaga, Ed Sheeran, Beyoncé ed Adele tutte in una serata non possono fare altro che farti tornare la fede ed elevarti ad uno stato di Nirvana che davvero comunque vada panta rei and singing in the rain (cit.)

Ma bando alla ciance, preparate i fazzolettini (spoiler: non per asciugarvi le lacrime) e sparatevi le performance di ieri sera. Non abbiamo messo le esibizioni di TUTTI gli artisti che son andati sul palco dei Grammy’s 2017 perché altrimenti avremmo dovuto subaffittare uno spazio hosting esterno.

Partirei con la vincitrice di tutto quello che c’era da vincere ieri sera, ovvero la nostra ragazza curvy per antonomasia, Adele (che per evitare di essere sgozzata dalla mafia di Jay-Z ha praticamente dedicato il premio Album of the Year a Beyoncé) con annesso tributo dovuto a George Michael (che vorremmo vedere integrale, ma la CBS che trasmette i Grammy’s nel 2017 ancora non ha deciso di pubblicare tutto su YouTube, ma permette solo piccolo spezzoni). Ah, ad un certo punto ha spezzato in due uno dei premi… forse voleva magnarselo, boh.

Continuiamo con Beyoncé, che in un vestito d’oro e chiaramente sottotono ci mostra non solo in anteprima le radiografie dei suoi gemelli, ma anche che non avrà bisogno di latte artificiale, almeno a giudicare dalle tette enormi.

E adesso tocca a voi Little Monsters, siete pronti ad una bella esibizione di Lady Gugu su John Wayne? Bene, allora inutile che guardiate il video qui di seguito, perché la nostra amica non ha portato un suo pezzo ma si è unita ai Metallica per cantare “Moth into a Flame” tratta dall’ultimo album della storica band. Cosa darei per vedere la faccia dei Metallica quando si vedranno salire nelle classifiche iTunes di mezzo mondo improvvisamente.

 

 

Ed ora andiamo dall’amica con cui tutti noi vorremmo fare serata almeno una volta nella vita, ovvero Katy Perry.
Un po’ ce lo aspettavamo tutti ma la sua esibizione è stata carica di messaggi politici, a partire dalla fascia con scritto “Persist” al braccio, continuando con la spilla che esibisce sulla giacca “PP” ovvero “Planned Parenthood“, che è un’organizzazione a favore dell’aborto. Altri statement, oltre al testo del nuovo singolo “Chained To The Rythm“, sono stati il recinto che diventa un “muro” e la proiezione di “We The People” (ovvero il preambolo della costituzione americana) alla fine dell’esibizione. Ma tanto il grosso che leggeremo è che Katy è svociata e che non ha mai vinto un Grammy, beh: ¯\_(ツ)_/¯. Non perdetevi Rihanna che si spertica le mani per applaudirla alla fine!

Adesso chiudo con l’ultima esibizione, quella del nostro orsacchiottone rosso di capelli, ovvero Ed Shreeran. Il nostro amico cesso si è esibito con “Shape of You“, che è praticamente “Cheap Thrills“, ma a noi non interessa e gli vogliamo bene. Soprattutto perché è stato pazzesco, esibendosi senza band e facendo praticamente tutto da sé. Diciamo che credo che sia abituato a fare tutto da sé, if you know what I mean.

 

Quale esibizione vi è piaciuta di più? Quale di meno? C’è vita dopo la morte? Meglio la sfogliatella riccia o quella frolla? Fatecelo sapere nei commenti o inviandoci messaggi minatori!

solodallamente
Nella prossima vita voglio rinascere in grado di scrivere biografie accattivanti, per il momento mi limito a confermarvi che sono troppo intelligente per essere anche bello e che nella vita quello che conta davvero è la pizza. Il mio animale guida è Taylor Swift, con la quale condivido la dote di essere odiato da tutti (a ragione).
solodallamente

@solodallamente

Brutto dentro bello fuori (cit.)
Ma solo a me Keith Haring fa veramente cagare? - 5 minuti ago

Commenti via Facebook

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: