Le 6 cose che chi ha avuto un Nokia 3310 non può dimenticare

Ame state calme. Abbiamo appreso, durante l’ultima puntata di PZSQ, che Nokia sia intenzionata a tornare alla ribalta, un po’ come la Atzei prima di ogni Festival di Sanremo. Messa da parte l’idea di piazzarsi tra Apple e Samsung, tocca le note revival del nostro cuore di trentenni o quasi e partorisce il Nuovo Nokia 3310.

Niente da fare, sono caduto nel vortice dei ricordi tra gli Uniposca, le Smemo, Streghe, la Summer Card e “Moi… Lolita“. Sicuramente al giorno d’oggi non riusciremmo manco ad uscire dalla porta di casa con un 3310, ma va ricordato “ke c ha ftt skuola” (scritto così per restare nei maledetti 160 caratteri).

Ecco quindi le 6 cose che chi ha posseduto un 3310 (ma vi concediamo anche il 3330) non può dimenticare.

Le Cover Intercambiabili

Percepisco ancora il loro profumo di plastica cancerogena, acquistate rigorosamente da bancarelle abusive in spiaggia per 5 mila lire cad. Comperate non per protezione del dispositivo (ci riusciva benissimo da solo), quanto per sfoggiarle al sabato pomeriggio in piazza.

I loghi personalizzabili

Probabilmente il motivo della mia carenza in matematica, visto che durante le lezioni sfogliavo nevroticamente tutti i giornaletti di loghi e suonerie disponibili sul mercato. Per prezzi ragionevoli (credici) sottoscrivevamo un abbonamento col demonio che ci inviava un logo e pure l’oroscopo settimanale.

Il compositore di suonerie

Dimenticatevi iTunes, Spotify e Youtube a cui siamo tanto abituati, il ritmo ci scorreva dentro in versione MIDI… e dovevamo crearcelo noi! Il compositore di suonerie ci permetteva di riprodurre i ritornelli più hot dei tempi passati. Motivo di socializzazione e scambio culturale, ringrazio ancora la mia migliore amica per avermi inviato “L’Amour Toujours” senza la quale non potevo “apparentemente” ricevere telefonate.

Snake

Il gioco del serpente che fagocita uova più famoso del mondo, senza nessuna app da scaricare e senza consumi eccessivi di batteria; compagno fidato dei nostri viaggi in autobus o in macchina coi genitori.

Le informazioni della Microcella

Sinceramente, non ne ho mai capito molto l’utilità, ma solo i Nokia riuscivano a dirti in quale provincia stavi transitando, facendoti diventare indubbiamente il bomber di ogni gita scolastica che si rispettasse.

Il T9

La scrittura intuitiva che ci ha sfornato perle testuali come: “Ciao hai i mess gratis?” e “Nn poxo risp tv1kdb“. Penso che oggi non riuscirei a scrivere un messaggio con il T9 nemmeno se mi mettessi d’impegno.

E voi, avete qualche ricordo speciale legato al 3310 che volete condividere con dei nostalgici come noi? Fatecelo sapere!

Mattefloxacin88

Mattefloxacin88

Mentre scrivo ho 29 anni e nella vitaguadagno il pane facendo l’infermiere. Di origini emiliane, faccio la mia apparizione dalla Riviera Adriatica circondato dalle acque come "Valeria Lo Spirito della Fonte", per arruolarmi tra i Ponza’s Angels. Mi batto affinché nessuna “trashata” rimanga nascosta o dimenticata. Sono portatore sano di Maniglie dell'Amore e di R moscia. Tra i miei superpoteri troviamo la capacità di dormire 2 ore a notte ma essere comunque fresco come una rosa ed una pazienza (quasi) infinita, gli altri li sto ancora sviluppando.
Mattefloxacin88

Latest posts by Mattefloxacin88 (see all)

Commenti via Facebook

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: