Matrimonio gay in Germania: cosa è successo in breve

Come alcuni di voi sapranno, sono l’unico Italiano che ama il popolo tedesco tanto da aver deciso di suo spontanea volontà di trasferirsi in Germania. E non per fare il fotografo a Berlino.
Mi sento quindi di raccontarvi in breve, anzi in brevissimo, la decisione storica che ha preso oggi il parlamento tedesco. Lungi da me dal fare politica sul serio (e considerare tutti gli strategismi di una campagna elettorale in atto) perché vi ricordo che siamo sul Signor Ponza Blog e non su una bacheca Facebook qualsiasi del Movimento 5 Stelle.

Da anni, dal 2001, in Germania le coppie dello stesso sesso possono unirsi civilmente. La loro unione non è però a tutti gli effetti equiparata al matrimonio. Seppur le coppie gay possano comunque fare le bomboniere e il viaggio di nozze.

Da parecchio tempo quindi, ovviamente, il popolo tedesco sente di dover fare il passo avanti e approvare il matrimonio gay in Germania. Fatto sta che nel 2013 Angela Merkel si è dichiarata, senza se e senza ma, contro l’equiparazione del matrimonio gay al matrimonio tra uomo e donna. Bene. Punto. Angela Merkel si è pronunciata, tutti zitti in cameretta. Discorso chiuso.

Cosa è successo invece negli ultimi giorni? E qui secondo me la Germania si dimostra il Paese top che ho sempre pensato essere. E no, niente ah come si sta bene all’estero è tutto meglio dell’Italia alert! 

Esattamente tre giorni fa, Angela Merkel durante un’intervista al settimanale femminile Brigitte (vale a dire come se Matteo Renzi andasse a parlare per QuattroRuote) si è rimangiata quanto detto anni fa. Ha detto: “sapete che è? I tempi sono cambiati. Facesse ognuno quello che vuole”. Concedendo al proprio partito, il CDU, di considerare singolarmente la proposta di legge del partito d’opposizione sul matrimonio gay, #EheFürAlle. Una dichiarazione che già di per sé ha dell’iconico.

L’opposizione ha preso quindi la palla al balzo e ha detto: perché aspettare? Decidiamo subito! E così, tre giorni dopo, sì signori, tre giorni dopo, il parlamento tedesco si è riunito e alle 08:00 di venerdì 30 giugno ha discusso la proposta di legge del SPD (i socialdemocratici tedeschi, Martin Schulz per intenderci, quello con cui Berlusconi fece una figura di merda anni fa). La cosa più CHOC di tutte per me è che il parlamento tedesco si riunisce alle 8 di mattina di venerdì.

Ore 9:15 e il Bundesrat tedesco ha già approvato il matrimonio gay in Germania, con una maggioranza di 393 voti su 623. #EheFürAlle è quindi una realtà in Germania.

Angela Merkel si è comunque pronunciata contraria sulla decisione, ma questo poco importa. Evidentemente è ancora possibile una politica fatta di discussione e di espressione di idee e non di scaramucce e capricci come all’asilo 💅

Non mi resta che aspettare il mio tedesco del nord, 190cm+, biondo e occhi azzurri con due spalle come Alexanderplatz.

 

 

Tieniti sempre aggiornato e scopri nuovi contenuti anche sul nostro canale Telegram: https://t.me/signorponzablog

clippermark

Ho 26 anni e sono nato in Abruzzo anche se negli ultimi anni ho iniziato a cambiare città come le mutande. Vado spesso in Germania per cercare di capire come mai mettano l’ananas sulla pizza ma voglio viverci da quando ho scoperto che mi piace. Da ormai 4 anni scrivo ricette sul mio blog "Una cucina per Chiama" ma tutto è iniziato quando da piccolo ho visto in TV Antonella Clerici: io però ho imparato a cucinare.
Dicono di me: "stai sempre in giro", dico di loro: "fatevi i cazzi vostri".

Commenti via Facebook

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: