Inferno: le cose che odio

In pieno clima da catarsi pasquale, mi sono persa tra i miei pensieri, che per una volta non erano diretti alla situazione politica attuale, ma a quello che amo e quello che proprio non sopporto.  Proprio per depurarmi, vorrei iniziare a dichiarare apertamente quali sono per me i mali del mondo, nel tentativo di sentirmi meno sola, o pazza del tutto.

Quelli che ti tengono ore al telefono

Anche quando tu continui a dire “ehhhhhh si, sai, vabbè ci sentiamo” e loro continuano a parlare ore ore ore. Che problemi avete? Sono gli stessi che mandano note audio da 3 minuti. Lo sai che non posso risponderti mentre parli da solo?

La gente che puzza da aprile ad ottobre.

E non ci prova neanche a testare la combo acqua più bagnoschiuma, Passa direttamente al deodorante, creando un mix di muschio selvatico e animale defunto.

La pizza che ritarda troppo.

Superati i 15 minuti subentra quella sensazione di finta sazietà. Appena non hai più fame arriva la pizza. E spera che sia quella giusta.

Cena fuori a dieta

Quando vai a cena fuori, hai una fame atavica, e la tua amica ordina un’insalatina con condimento a parte. Ma tu eri uscita soltanto per affondare la faccia in un piatto di carboidrati.

Il taglio di capelli mal riuscito

E la gente che ti dice “stavi bene pure prima”. Lo so che ho portato la foto di Jennifer Aniston e sono uscita più simile a Barbra Streisand, ma questo non è il modo migliore per farmi affrontare il dolore.

Il suffisso -INO applicato inutilmente

Un ristorantino??? Cos’ha? Piccoli clienti minuscoli che mangiano cose minuscole con piccole posate?

Le mollette diverse quando devo stendere i panni

Lo so che qua sto sfiorando il TSO, ma non potete capire che fastidio quando su una fila di mollettine bianche ne trovo una blu.

Le persone con gli occhiali da vista finti.

Ma a cosa vi servono? Vi entra l’aria nelle orbite oculari?

I camerieri che vengono trattati come schiavi inferiori.

Se la vostra vita è una sconfitta continua, perchè prendersela con i camerieri? A meno che non vi stiano deliberatamente cagando sulle pietanze, perchè chiedere il sale con quel disprezzo tipico del proprietario terriero del 1500?

Shopping senza provare

Quando fai shopping e c’è troppa fila per provare i vestiti, allora li compri ad occhio perché tu conosci te stesso, ma quando arrivi a casa e li provi ti stanno di merda.

Adesso sto odiando anche me perché odio tutto questo.

E per voi, qual è l’inferno?

 

Diana Prince

Sono nata su un'isola e continuo a viverci. Ho una cultura appena sotto la media, ma da quando riesco ad avere accesso veloce a Google si nota appena. Odio arrivare in ritardo, ma anche arrivare in anticipo. Proprio per questo non mi presento mai da nessuna parte. Dopo aver visto diplomare Donna Martin non mi è rimasto nessun altro sogno nel cassetto.

Latest posts by Diana Prince (see all)

Commenti via Facebook

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: