I 5 migliori film horror per il vostro Halloween (e per i vostri limoni)

Halloween è dietro l’angolo e quale momento migliore per riscoprire la propria passione per il cinema horror? O meglio, quale scusa migliore per limonare qualcuno presi da una PAURA incontrollabile e irrefrenabile?

Che il vostro intento sia uno o l’altro, le pellicole che vi sto per suggerire non sono grandi classici che tutti noi conosciamo. Nightmare (RIP Wes Craven, ci manchi tanto), L’Esorcista o Non Aprite Quella Porta li abbiamo già visti e stravisti tutti quanti e nella marea di film horror da quattro soldi messi al mondo giusto per spillare spicci ad adolescenti bufolosi (e alla sottoscritta), qualcosa di nuovo e di valido c’è. Vi sto per indicare la VIA.

THE HOUSE OF THE DEVIL

Una giovane studentessa universitaria decide di accettare un lavoro da babysitter in una casa inquietante abitata da un tizio ancora più inquietante. Cosa potrà mai andare storto? In fondo pagano ben 300 dollari per un lavoro di una sola notte! Il mondo è un posto meraviglioso! Le persone sono buone e generose! Evviva! (SPOILER: ad un certo punto succedono cose molto brutte)
The House of the Devil è uno di quei film horror che costruisce la paura sequenza per sequenza fino alla grande rivelazione finale; proprio per questo non aspettatevi momenti molto emozionanti per gran parte del film. Ti West, il regista, ama insinuare la paura e giocare con le aspettative dello spettatore. Il film ricostruisce perfettamente il nostro decennio del cuore, gli anni ottanta e ha ovviamente una colonna sonora fighissima. C’è pure una sequenza di ballo perfetta nel bel mezzo del film. La meraviglia.
 
Limone potenziale: 5/5
(Per gran parte del film non succede nulla, approfittatene!)

V/H/S 2

Perché vi consiglio il secondo capitolo di una trilogia? Oggettivamente V/H/S 2 è l’unico capitolo veramente degno di essere visto e detto tra noi potete anche guardare solo questo evitando tranquillamente gli altri.
Il film è una raccolta di cortometraggi horror girati da alcuni dei migliori registi del genere del momento; uno di questi è Eduardo Sánchez, che forse vi ricordate per quella cosuccia di The Blair With Project. V/H/S 2 parte da una premessa banalissima e un po’ farlocca: due tizi trovano in una casa tantissime videocassette abbandonate, si mettono a guardarle e scoprono così tante storie tutte matte. I corti di V/H/S 2 sono completamente diversi l’uno dall’altro per stile e per tematiche e proprio per questo il film vi offre veramente di tutto: fantasmi, zombie con le GoPro in testa, creepy santoni e strane sette, alieni e vattelappesca. Tantissima roba, in tutti i sensi.
Limone potenziale: 2/5
(il ritmo è troppo concitato per limonare, magari lo si può fare sui titoli di coda)

THE BABADOOK

Per certi versi The Babadook può sembrare il classico film horror su un mostro brutto e cattivo che spaventa i bambini ed effettivamente un po’ lo è. È però anche il racconto di una madre rimasta vedova da poco e del suo pargolo, che a me spaventa più del mostro stesso. I due sono alle prese con un difficile lutto da superare e la storia in sé offre un lucido sguardo sulle difficoltà dell’essere donna e madre e dell’avere a che fare con i nostri lati più oscuri e nascosti.  Siamo quindi dalle parti del film psicologico più che dell’horror vero e proprio e per questo può non essere adatto a tutti quanti. Il mostro comunque spacca.
Limone potenziale: 3/5
“Stringimi forte e proteggimi dal Babadook… O dall’avere figli!”

GOING CLEAR: SCIENTOLOGY AND THE PRISON OF BELIEF

Non stiamo parlando di cinema dell’orrore, è vero, ma ho trovato questo documentario su Scientology una tra le cose più terrorizzanti che io abbia mai visto negli ultimi anni e ovviamente fa così tanta paura perché è tutto fottutamente vero. La risata di Tom Cruise risuona ancora nella mia mente di notte e da quando ho visto il documentario, ho un brivido lungo la schiena ogni volta che passo vicino alla sede di Scientology nei pressi di casa. Se cercate qualcosa di veramente inquietante questo film fa per voi.
Limone potenziale: 2/5
“Shh! Devo sentire quale altra cosa idiota dirà Tom Cruise!”

THE GREEN INFERNO

Il regista di The Green Inferno è Eli Roth, che noi tutti ricordiamo principalmente per il suo ballo sensualissimo assieme alla nostra Valeriona nazionale (Ah, what a great time to be alive!)
The Green Inferno non è un bel film, ma è qualcosa di cui ogni tanto si ha comunque bisogno perché sì. La storia è quella di un gruppo di giovini che finiscono in ostaggio di una tribù cannibale. OH OH. Il film è cruento ma anche molto divertente; se trovate divertenti gli squartamenti e i personaggi babbi, ovviamente. Insomma, morti violente, battute stupidissime e una grandissima Sky Ferreira a cui affiderei subito il ruolo di protagonista in un potenziale sequel. Se avete voglia di un film un po’ ignorante, The Green Inferno fa proprio per voi.
Limone Potenziale: 1/5
“Amo, mi è venuta un po’ di nausea, stammi lontano che ti vomito addosso il sushi dell’all you can eat”
Chiarameeel

Chiarameeel

Sono nata in una città su un fiume ma non sono Dawson Leery. Lavoro nel magico mondo della televisione e nel tempo libero mi strafogo di caramelle, rifuggo dai sentimenti e punisco i criminali in nome della luna. Spero un giorno di poter coronare il mio più grande sogno: diventare una idol della tv coreana e vivere a Seul con mio marito Jake Gyllenhaal e due pinguini di nome Apatia e Disagio. Ho un'unica certezza nella vita: Taylor Swift ci salverà tutti.
Chiarameeel

@chiarameeel

Pinguini, emo punk rock e feels. 🌈 https://t.co/f3o5tOdZNX 🌺https://t.co/MNJBE4yYT4 🐧
Sono qui per lavoro. Non fate domande. Non volete sapere. - 2 giorni ago

Commenti via Facebook

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: