Eurovision Song Contest – Diario da Kiev (Giorno 6)

Chiudiamo il diario da Kiev con il botto, con un bel pot-pourri di spetteguless e di curiosità.

Risponderò ad una serie di domande che mi viene posta regolarmente ogni anno che vado all’Eurovision Song Contest.

“Ma all’Eurovision sono tutti gay?”
Tutti no. Tra i cantanti qualcuno c’è, una velata non manca mai, come del resto qualche presunto omofobo. Per quanto riguarda il pubblico la storia è un po’ diversa. Gli stranieri in loco, circa la metà del palasport, sono per il 90% gay. I locali al palasport non necessariamente.
Insomma avrete capito che l’Eurovision Song Contest negli anni (praticamente dal 2000) è diventato un gay pride fuori stagione.

Legata alla precedente domanda ne sorge una seconda.

“Ma si cucca tanto all’Eurovision Song Contest?”
Premesso che è una settimana di vacanza e di lavoro (almeno per me) lo spazio per fare le pazze rimane un po’ quello che è. Indubbio che si conoscono molte persone e di tanti paesi, il livello di conoscenza dipende dalla situazione e dall’etilometro.
Ammetto che qui a Kiev, vuoi per la carenza di locali LGBT, le feste ufficiali dell’Eurovision Song Contest hanno assunto un lieve livello da Circuit.
Poi insomma se non cuccate alle feste rimangono sempre i frocial networks. Su Grindr trovate un tripudio di bandierine che vi farà venire il mal di testa. E non sarà difficile riconoscere almeno un paio di capi delegazione: CHOC!

“Ci sono tanti VIPs all’Eurovision Song Contest?”
Se immaginate Valeria e Alba a Sanremo, la risposta è no. Gli abbonati in prima fila qui se lo guardano a casa il Festival. Il palasport è dedicato a chi fa cagnara.
Poi è facile che sugli spalti qualche VIP ci possa essere. Del resto se li trovate su Grindr (e no, non sono fake, abbiamo le prove anche su Instagram, perché noi si che siamo stalker come si deve).
Dimenticavo, ogni tanto gli infiltrati prezzemolini li trovate nelle delegazioni. Tipo che nel 2008 nella delegazione Svizzera (cantava Meneguzzi!) si era aggregato Giucas Casella. E ho detto tutto.

“E’ possibile incontrare i cantanti?”
Di nuovo il confronto con Sanremo è impietoso. Là si concedono a radio e TV per 5 minuti. Qui invece total media whores. Si aggirano alle feste e si catapultano sul palco non appena avvistati (Claudia Faniello dopo l’eliminazione appare come la madonna all’Euroclub alle 3 del mattino) o ancora si bevono qualcosa ma si fanno fotografare volentieri dai fan (il pianista dei Norma Jones ma anche Omar Naber).
E non è difficile avvistarli in giro in città, un po’ come è successo con Slavko Kalezic in versione occhialoni ed impermeabile a bersi un milkshake ad un fast food.

“Ma si ascolta solo musica dell’Eurovision?”
La risposta è ovvia è scontata: SI. Almeno all’Euroclub. Ci sono poche eccezioni come Justin Timberlake, che però essendo stato super ospite lo scorso anno viene perdonato. Sono gli artisti nelle loro esibizioni al club a disintossicarci per qualche minuto. Se non pescano dai proprio repertori vanno direttamente a puntare su cover famose, da Whitney Houston ad Emeli Sandè. Vi allego un piccolo contributo video rubato ad una festa questa settimana dove il nostro Slavko ci ha regalato un mega mix di Rihanna da far paura. Inutile dire che ho trovato il tutto semplicemente #pzsq
https://twitter.com/ESCitanews/status/862607894868570112

Beh che dire: io mi metto a fare la valigia e mi preparo psicologicamente per questa sera. Voi allenate le dita per twittare più che potete con hashtag #pazzESC ed #eurovision e sintonizzatevi alle 20.30 su radiostonata per una diretta live speciale di #PZSQ.

claussibraun

Milanese espatriato, vivo a Bruxelles. Parlo almeno 3 lingue al giorno, ma non sempre le stesse. Delle volte sogno anche coi sottotitoli.
Eurovision Song Contest connoiseur, le 5 presenze in loco fanno da garanzia. Viene da se che amo la musica pop, magari anche un po’ baraccona ed appariscente. Una canzone uptempo con un key change, un ventilatore e dei lustrini e sono contento. Se la canzone è svedese, sarò vostro per la vita.

Latest posts by claussibraun (see all)

Commenti via Facebook

comments

  • LAIBACH

    Yo, hai in programma di scrivere anche una bella cronaca canzone per canzone della finale? Baci!

    • Ciao! Purtroppo non è in programma la cronaca canzone per canzone della finale perché l’abbiamo seguita e commentata in diretta radio… E poi volevamo lasciare anche un meritato giorno di pausa al povero Claudio! 😀

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: