Eurovision Song Contest 2017 – Diario da Kiev (Giorno 3)

Oggi vi porto dietro le quinte (anzi direttamente sotto il palco) della prima semifinale. Già, perchè qui a Signorponza.com siamo ricchi e ci possiamo permettere di mandare un inviato in loco. Che cosa ho visto io che i commentatori di rai4 non hanno visto?

Il pubblico in sala

Per la verità non molto numeroso, si vocifera che ci siano ancora molti biglietti in vendita per la finale. Avanti tutte a cercare un volo cippettone che vi voglio qui carichi sabato sera! Però i 4 gatti presenti come sempre si fanno sentire. I più scatenati ieri sera sono stati sicuramente i polacchi, che si sono presentati con delle bandiere grandi come un lenzuolo matrimoniale, cosa che la security non ha molto gradito. L’incidente diplomatico tra Polonia e Ucraina è stato sfiorato. Come potrete immaginare, quell’orda di sciamannati sotto al palco è una riedizione del Borgo e quelle poche ragazze ucraine capitate lì per caso non hanno ancora metabolizzato la situazione in cui si sono trovate per tutta la sera. Loro che cercavano un marito ricco ed europeo…

Homer Simpson Gay Club Gif

Gli effetti speciali

Come direbbe la zia Raffa, questo “show full of technology” non ci delude mai. Nebbia in valpadana, fiamme dell’inferno, fuochi di capodanno, mancavano giusto il cristallo di luna. Quello che non in TV non si vede è la preparazione: il numero di persone che si aggira sul palco prima, dopo e durante le esibizioni è imponente, ma la regia (avendo provato all’infinito anche i minimi dettagli) non inquadra mai questi poveri lavoratori. Un po’ come a Sanremo (vero King Carlo Conti?). Quelle lingue di fuoco che a voi amiche da casa sono tanto piaciute mi sono costate le sopracciglia, sapevatelo! E quelle cascate di fuochi d’artificio? Una puzza di zolfo per 10 minuti.

Fuochi D'artificio Gif

Le coreografie

Essendo un programma per la TV, voi vedete quelle che vi vogliono far vedere. Qui in arena invece ci è toccato vedere proprio tutto. Anche evoluzioni dei ballerini che vengono magari inquadrati giusto 30 secondi. Inutile dire che abbiamo molto apprezzato i ballerini greci e la loro assenza di mutande. Lo stesso vale per le scenografie sul fondo. Alcune un po’ inquietanti e auto celebrative, altre psichedeliche, altre ancora molto basic. Voi coi primi piani studiati nei dettagli dalla regia perdete un po’ tutto il contorno, qui invece ce le sorbiamo in tutto il suo orrore.

Ballerini sexy Gif

La reazione del pubblico

Il pubblico gay in sala si entusiasma davvero con poco e va giù di testa facilmente con ballerini, coristi, costumi che invece televoto e giurati stroncano inesorabilmente. Il top della serata è stato la Moldavia che ha chiuso facendo letteralmente crollare il soffitto. Ma la stessa reazione incontrollata c’è stata anche per il Montenegro, la sua coda di cavallo e qui capezzoli turgidi. Avviso alle televisioni: basta ballate, noi eurofan vogliamo canzoni dance cippettone da ballare e cantare. Fate come la Grecia che ha capito tutto. Se la tua cantante stecca tanto il pubblico in sala fa karaoke e la copre.

Oprah Gif

La ‘green room’

Ecco, questo è secondo me l’elemento che a Sanremo manca. Un salotto delle stelle (cit.) dove i partecipanti vengono messi a riposare alla fine della loro esibizione e dove un inutile presentatore ucraino si finge una Silvana qualunque. Starete pensando che questa benedetta green room si trovi in un luogo segretissimo, e invece è giusto davanti al palco, tra il pubblico. E infatti i qualificati alla finale fanno una velocissima passerella e tornano sul palco per festeggiare. Non serve andare a prenderli in pizzeria ad Arma di Taggia mentre sono all’ammazzacaffè.

Conchita Piange Gif Eurovision

Per altri retroscena vi rimando alla seconda semifinale.

Domani invece vi racconto come hanno conciato a festa la città di Kiev per questo evento pazzesco. Nel frattempo potete recuperare le prime due puntate del diario (giorno 1 e giorno 2).

Non dimenticatevi di partecipare al concorso che mette in palio i gadget esclusivi di Eurovision Song Contest 2017. Basta indovinare chi vincerà!

claussibraun

Milanese espatriato, vivo a Bruxelles. Parlo almeno 3 lingue al giorno, ma non sempre le stesse. Delle volte sogno anche coi sottotitoli.
Eurovision Song Contest connoiseur, le 5 presenze in loco fanno da garanzia. Viene da se che amo la musica pop, magari anche un po’ baraccona ed appariscente. Una canzone uptempo con un key change, un ventilatore e dei lustrini e sono contento. Se la canzone è svedese, sarò vostro per la vita.

Latest posts by claussibraun (see all)

Commenti via Facebook

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: