I migliori album di Britney Spears, dal meno pazzesco al più iconic

britney_xmas

1:23 Ecco, la vergine sarà incinta partorirà una figlia ed ella sarà chiamata Britney. Questo nome significa: «Dio è con noi». – dal Vangelo secondo Justin

1:30 Ma l’angelo le disse: «Non temere, Maria! Tu hai trovato grazia presso Dio.
1:31 Avrai una figlia, la darai alla luce e le metterai nome Britney.
1:32 Ella sarà grande e Dio, l’onnipotente, la chiamerà suo Figlia. Il Signore ne farà regina, la porrà sul trono di Davide, suo padre,
1:33 ed ella regnerà per sempre sul popolo di Las Vegas. Il suo regno non finirà mai». – dal Vangelo secondo Max

Ma lo sapete che giorno è oggi? Due dicembre 2016. Ovvero il giorno più importante dell’anno, il Natale per antonomasia, la giornata più attesa, addirittura più che dell’inizio dei saldi.

Oggi, 35 natali fa, nasceva Britney Jean Spears, Dio, regina del pop, domatrice di pitoni, punitrice dei womanizer , part-time worker da Starbucks o, per farla breve, COLEI CHE con un suono di campanella ha cambiato il mondo per sempre.

raw

Per cercare di omaggiare al meglio questa data, abbiamo pensato di elencare i vari Vangeli di Britney dal meno pazzesco a quello più iconic. E che Godney mi perdoni per aver usato il termine meno pazzesco associato alla sua carriera.

Diciamocelo: che il Signor Ponza abbia scelto me per questo articolo mi riempie di gioia e di orgoglio. Primo perché riconosce il mio impeccabile orecchio per la buona musica. Secondo perché denota anche che si fidi delle mie capacità di giudizio.

tumblr_mb34o1c8eb1rgznzdo1_500-2

Detto questo, veniamo all’oggetto dell’articolo: una classifica degli album di Britney Spears, dal migliore al peggiore. Che, tradotto in termini Spearsiani, significa: dal più pazzesco a quello che sarà pure il meno pazzesco ma si mangia comunque le carriere di tutte le vostre popstar preferite.

tumblr_mco2wr7vth1qgiq62o1_500-1

Un argomentuccio che non mi compete, insomma.

giphy-16

Premessa: è stata dura, durissima. Nonostante le temperature fuori si siano notevolmente abbassate, dentro sono tutto un calore. Ho preparato una playlist a tema, tazzone di caffè a portata di mano. Fazzoletti per asciugarmi il sudore e mi sarà venuta pure la tendinite per tutte le volte che ho rimodulato la classifica.

Scherzi a parte, non è facile giudicare gli album pazzeschi della più pazzesca delle popstar della storia. Ma, nonostante le difficoltà, ci sono riuscito. Ooops!

tumblr_mb3fg22drg1rbskuwo1_500-1

#9 – Britney Jean, 2013

britney-spears-britney-jeanColui-che-non-deve-essere-nominato, lo stigma più grande della carriera di Britney Spears, l’album che il fandom finge di aver dimenticato e che di cui il pubblico generale non conosce neanche l’esistenza. In due parole: Britney Jean. Nonostante un paio di belle canzoni, e l’anthem indimenticabile Work Bitch, quest’album proprio non decolla. Sarà colpa di Will.I.Am? Sarà colpa della casa discografica? Sarà colpa di Britney che dormiva durante tutto il tempo? Difficile dirlo ma, nonostante le intenzioni fossero buone (l’album più personale di sempre), il risultato è discutibile. Britney presta la sua voce, sì, ma è assente. Ovviamente, non c’è bisogno di specificarlo, Britney Jean è meglio di tutte le carriere delle vostre popstar preferite messe assieme. AH!

#8 – Circus, 2008

500x500

Lo so che spesso la parola comeback viene accostata al nome di Britney Spears, ma Circus è l’unico caso in cui tale associazione abbua senso. Dopo i periodi burrascosi che l’hanno vista protagonista nel 2007, Britney torna alla carica con un album pop genuino che vende un fottio. È ovunque: stravince ai VMAs, sta su tutte le copertine, promuove come una pazza in tutto il mondo… eppure ogni fan che si rispetti sa che, nonostante l’album sia un gioiellino pop, in quel disco mancava qualcosa. Ci ha regalato superhit come Womanizer, Circus, If You Seek Amy… e canzoni come Mannequin che hanno continuato il trend di Britney di inserire in ogni disco delle canzoni stranissime e dunque bellissimissime.

#7 – Femme Fatale, 2011

britney-spears-femme-fatale3

Femme Fatale è un disco potentissimo, ma non occupa una posizione più alta in questa classifica perché, nonostante dei pezzi stupendi e una produzione eccellente, Britney per la prima volta non ha anticipato i trend, bensì li ha eseguiti. Prodotto interamente da Dr. Luke e Max Martin, con qualche capatina di Bloodshy & Avant e Will.I.Am, ha sfornato singoli di successo come Hold It Against Me (che a dirla tutta ha introdotto il dubstep nel mondo mainstream), Till The World Ends, I Wanna Go… e anche, ahimè, un flop: Criminal. Che rimane comunque una delle canzoni più pazzesche della sua carriera, quindi zitti tutti.

#6 – Oops! …I did it again, 2000

britney-spears-oops

Siamo a cavallo tra gli anni ’90 e l’inizio del 2000 con l’uscita di questa pietra miliare della musica pop, Oops! …I did it again. All’epoca Britney era ovunque, e questo è il primo album di un’artista donna a vendere più di un milione di copie nella prima settimana dall’uscita. Non c’è bisogno che vi elenchi tutti i singoli di successo estratti da questo disco perché, suvvia, li conoscete a memoria. A chi dice che Britney non sa cantare, comunque, consiglio l’ascolto di Where Are You Now? What kind of Mariah teas?

#5 – …Baby One More Time, 1999

britney_spears_-_baby_one_more_time_-_front

Ad aprire la top 5 c’è …Baby One More Time, il primo album della regina: il primo segno di Dio che, nel lontano 1999, si è mostrato a noi poveri miscredenti. L’album che incarna il teen pop alla perfezione, con brani come l’omonimo iconico leggendario primo singolo, Sometimes, (You Drive Me) Crazy, Born To Make You Happyand last but not least quando Dio ha reso le mail current con E-Mail My Heart! O Soda Pop che all’epoca mi faceva ribrezzo ma che ora invece adoro. Ad oggi ha venduto più di 30 milioni di copie: più delle carriere di Lady Gaga e Rihanna messe assieme. Ciao poverehh!

#4 -Britney, 2001

0-0sypu-ygemedrt5t

Nel 2001 esce Britney, l’album che consacra la svolta sexy di Britney Spears: in abiti succinti, in un’ambientazione da simil-orgia, Britney decanta il suo amore per la musica (?) nella sensualissima I’m a Slave 4 U, brano prodotto dai Neptunes e che rimane uno dei più PAZZESCHI della sua carriera. È l’era dello spettacolare Dream Within a Dream Tour, di Crossroads, di Sanremo: Britney è inarrestabile e io darei di tutto per tornare a quel periodo… :'(

#3 – Glory, 2016

03-britney-spears-glory-nocrop-w529-h560

L’ultimo testamento di Britney si merita il terzo posto, solo ed esclusivamente perché BRITNEY HA TROPPI ALBUM FAVOLOSI e sinceramente non so come scegliere. Detto ciò i critici (e per critici intendo me stesso e i fan su twitter ovviamente) sono concordi nel definirlo un capolavoro senza tempo: Glory è l’album più bello del duemilasedici e se non lo avete ancora ascoltato sappiate che vi meritate di marcire all’inferno e che Donald Trump è il Presidente che vi meritate, oh! No ma sul serio, CA-PO-LA-VO-RO.

#2 – Blackout, 2007

30283_BK_PSpdP001

Il 2007 è un anno che rimarrà nella storia della musica e cultura pop come uno di quelli che va beh sarà impossibile da dimenticare: non volendomi dilungare sulle questioni personali, è l’anno in cui Dio ha deciso di palesarsi a noi comuni mortali con Blackout. Ora, che siate o non siate fan della Santa, non potete non riconoscere quale capolavoro questo album sia. It’s Britney, bitch è abbastanza? Non ci sono dubbi che nessun album abbia influenzato così massivamente la cultura pop negli anni 2000 come Blackout. Il caso è chiuso. Portatemi pure a Verdetto Finale.

#1 – In The Zone, 2003

d21412f7ee67ec7148ab503bb8642395

E tadah… siamo al top del top delle classifiche più top di sempre: il miglior album di Britney Spears è… In The Zone. Il disco più sperimentale e maturo di Britney esce nel 2003:  dopo Me Against The Music, che vanta la collaborazione con Madonna, ha la fortuna di aver dato i natali a Toxic, una delle canzoni più famose di Dio, la più apprezzata anche dagli eretici che, dinanzi a cotanta magnificenza, non possono che inchinarsi. Una curiosità: se Madonna ha rilasciato Confessions of a Dancefloor è solo grazie a questo piccolo gioiello.

Ragazzi, è stata difficilissima, ma ce l’abbiamo fatta: io ho voglia di rinchiudermi in un bunker e ascoltare la discografia di Britney per il resto della mia inutile esistenza. E qual è la vostra personale classifica?

http-%2f%2fmashable-com%2fwp-content%2fgallery%2ftriumph%2fbritany-spears

Cristiano Mars

Cristiano Mars

Sono il gemello di Veronica Mars. In un'altra vita ero Mindy Lahiri, versione più magra. Ho (quasi) 28 anni, ma ne dimostro all'incirca 25, mentalmente anche di meno. Scrivo per passione e di ciò che mi piace. Leggo, ascolto musica e guardo serial come se non ci fosse un domani. Fanboy nell'anima.
Cristiano Mars

@cristianomars

I guess you could say that my life's a mess, but I'm still looking pretty in this dress. I'm the image of deception.
5 of 5 stars to L'universo nei tuoi occhi by Jennifer Niven https://t.co/h057pw8l8a - 2 giorni ago
Cristiano Mars

Latest posts by Cristiano Mars (see all)

Commenti via Facebook

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: