Belli di papà, bella di commedia

Ogni tanto fa bene andare al cinema anche solo per avere delle conferme. Io ad esempio sono andato a vedere Belli di papà perché volevo avere la conferma che le commedie italiane fossero tutte mediocri, per usare un eufemismo.

Disgustata Gloria Modern Family Disgusted Gif

Se ci pensate, però, visto che in Italia facciamo praticamente solo commedie mediocri (o drammi in cui Margherita Buy fa la matta davanti allo specchio), per la legge dei grandi numeri una carina ogni tanto può venire fuori. E questo è (forse) il caso di Belli di papà.

Trama: Vincenzo (Diego Abbatantuono) è un imprenditore milanese di origini pugliesi, vedovo da qualche anno, con tanti soldi e tre figli viziati. Matteo (Andrea Pisani) è il più grande e forse anche il più pirla, dal momento che è pieno di idee di business rivoluzionarie e di inglesismi usati a sproposito. Chiara (Matilde Gioli) è la classica bella ragazza che ha provato tutti i ristoranti che vale la pena frequentare a Milano ed è fidanzata con un altro pirla di prima categoria: Loris (interpretato da un naturalissimo Francesco Facchinetti). Infine c’è Andrea (Francesco di Raimondo), il più piccolo, studente di filosofia da due anni con all’attivo zero esami sostenuti. La famiglia dovrà però presto misurarsi con una realtà ben diversa e molto più pugliese.

I motivi per cui ho trovato questo film tutto sommato godibile sono vari:

  • le mie aspettative erano talmente basse che rimanere delusi era davvero difficile;
  • Diego Abbatantuono è sempre una garanzia;
  • La sceneggiatura e le battute sono spesso brillanti e tutt’altro che scontate;
  • Matilde Gioli (già vista ne Il capitale umano) è sempre un piacere da vedere.

Cose che si apprendono leggendo Wikipedia:

  • che il film non ha una pagina Wikipedia (o almeno io non l’ho trovata).

Cose che si apprendono leggendo Sorrisi:

  • Il film è in realtà un adattamento di una pellicola messicana di grande successo;
  • Tra le location in cui è stato girato Belli di papà c’è anche Avetrana, scelta dal regista per esaltare la bellezza del paese per motivi diversi dalla cronaca nera;
  • Le altre curiosità di Sorrisi sono solo un modo per fare dei complimenti al film.

In sintesi mi sento di attribuire ben 3 Anne Praderio su 5. Che per una commedia italiana è come averne prese 5.

3 Anne Praderio

E voi l’avete visto? Vi è piaciuto? In fondo al post la scheda molto tecnica di valutazione del film dove avete anche voi la possibilità di dare un voto (solo complessivo, non è colpa mia). Dateci dentro.

Belli di papà, bella di commedia
Commedia frizzanteDiego AbbatantuonoMatilde Gioli
Manca un attore BRAVORegia mehStonexone
3.0Anne Praderio
Livello di bonaggine del cast
Trama
Regia
Livello di shazammabilità
Durata
Reader Rating 2 Votes

Commenti via Facebook

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: