Bake Off Italia: gli ingredienti del successo

È iniziata la scoppiettante quarta edizione di Bake Off Italia su Real Time e, con la nostra amata Benedetta Parodi, prende così il via la stagione televisiva autunnale, quella in cui ogni sera c’è un programma in TV a farti compagnia e soprattutto quella in cui una vita sociale ce la facciamo domani.

Come ogni anni ci sono alcuni ingredienti fondamentali che ci fanno amare questa gara di pasticceri amatoriali, e non parlo di uova, burro e farina. Cioè anche di quelli, perché io mi ritrovo ogni venerdì sera a bramare un dolce e ad avere in casa al massimo dei biscotti secchi.
Ovviamente però si parla dei personaggi che animano il programma, a cominciare da conduttrice e giudici.

Squadra che vince non si cambia, ma si amplia

BOI4_pt1_IMG_gallery3
Benedetta Parodi, ormai rodatissima, è la sorella che tutti vorremmo avere (beata Cristina); è garbata, misurata, ironica, complice e non sbaglia mai un colpo con i suoi outift floreali e romantici.
Ernst Knam è sempre simpatico come la sabbia nelle mutante e quest’anno si è dato quel tocco in più con degli occhiali che lo fan sembrare più pirla di quanto già non lo sia.
Clelia d’Onofrio è sempre così amabilmente impacciata, fuoriposto, ma sempre disposta a mettersi in gioco; anche quando le avranno detto: “mettiti dietro quei rami in fiore che facciamo delle inquadrature bellissime!”.

clelia
La vera novità è però il nuovo giudice, Antonio Lamberto Martino, maestro panificatore, bello, simpatico e siciliano con le vocali più aperte del forno in cui fa il pane.

BOI4_pt1_IMG_gallery15

Già amiamo e ci sentiamo tutti come Pina Fantozzi alle prese con lo sfilatino di Cecco, il nipote del fornaio.

I concorrenti invece li conosciamo durante la prima prova, in cui gli è stato chiesto di preparare subito una roba semplice semplice: l’Upside Down Cake, che non è il tipico dolce che preparano in Stranger Things ma semplicemente la classica torta rovesciata.

4ee310c6-e83f-4cda-bce6-cc5223f75e59

Nella scelta dei concorrenti da parte della produzione è evidente come alcune tipologie di personaggi si ripetano ogni anno, con nostro immenso piacere sia chiaro; tra queste spiccano sicuramente le seguenti:

Il bono: Mattia

BOI4_concorrenti_mattia

La categoria più apprezzata dal pubblico femminile ma soprattutto dai gays: il bono. Quest’anno si tratta di Mattia, ex rugbista di Padova. Già solo questo sarebbe sufficiente a farcelo amare, ma se ci aggiungiamo che pare essere tra i concorrenti più bravi oltre che ad essere BRAVO, dimenticare il buon Gabriele (vincitore della scorsa edizione) non sarà molto difficile.

La vecchia: Annalisa

Le signore di una certa età sono sempre le mie preferite perché dovrebbero essere le più brave e con più esperienza #einvece combinano dei pasticci unici e soprattutto se ne fregano. Quest’anno è il turno di Annalisa, casalinga settantenne di Viareggio, che come ogni nonna che si rispetti bada molto più al gusto che all’estetica.

La straniera: Joyce

BOI4_concorrenti_joyce

Se nelle scorse edizioni l’est europa andava per la maggiore, quest’anno abbiamo una concorrente originaria di Manila. Joyce (che mi piace già solo per il nome) vive in realtà in Italia da quando aveva 16 anni e dalle prime prove sembra promettere bene, sperem.

La drama queen: Francesca

BOI4_concorrenti_francesca
C’è sempre un concorrente che ispira simpatia quanto un Gasparri qualunque e che ad ogni prova denuncia il suo “non ce la farò mai”. Quest’anno si tratta di Francesca, ragazza di Roma di 27 anni che ovviamente, in quanto romana, si sente in diritto di non parlare in italiano.

Il ghey: Giovanni

BOI4_concorrenti_giovanni

Solitamente si tratta di cripto gay, #einvece quest’anno Giovanni, parrucchiere 49enne di Firenze, è più che dichiarato e ha anzi dichiarato di aver ereditato la passione per la pasticceria dal compagno scomparso. Sento già di dover preparare i Kleenex.

Il minorenne: Valentina

BOI4_concorrenti_valentina

C’è sempre un concorrente giovanissimo ma ovviamente in grado di fare meraviglie di torte che se ripenso a me stesso alla loro età voglio solo andare a nascondermi. Quest’anno si tratta di Valentina, 16 anni di Parma, che a differenza dei minorenni delle scorse edizioni risulta anche essere simpatica, umile e per nulla montata. Promette bene.

Le premesse per un’edizione coi fiocchi ci sono tutte e speriamo di conoscere meglio gli altri concorrenti con la seconda puntata che andrà in onda venerdì prossimo.

Ma soprattutto Mattia se vuoi conoscere me, contattami in privato quando vuoi.

Baci dolci e salati.

endymion

Nella vita reale mi chiamo Davide, ma nell’internet sono Endymion, che molti credono essere un riferimento alla mitologia greca e invece è un omaggio a Sailor Moon, la paladina della giustizia nonché della mia vita. Amante del kitsch e del trash, ma di quello che fa il giro e diventa chic.
Scrivo di moda per passione ma compro solo alle svendite.

Commenti via Facebook

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: