“A Million Voices” di Polina Gagarina – Ossessione della settimana #7

L’ossessione della settimana che vi presento oggi mi permette di chiudere la parentesi Ponzavision/Eurovision Song Contest. Sabato sera ci siamo divertiti molto e ci avete seguito in tantissimi, più di 200. Quindi vi ringraziamo per averci ascoltato e per aver assecondato i nostri deliri, le nostre dichiarazioni di guerra e avere interagito con noi. Se vi siete persi il live, sappiate che lo potete recuperare in ogni momento, nei secoli dei secoli.

L’ossessione della settimana, dicevamo. Ho scelto la performance di Polina Gagarina, la cantante che ha rappresentato la Russia con un pezzo che secondo me è davvero da brividi: A Million Voices.

Riguardandola a posteriori è una delle poche performance che probabilmente porterò con me nel cuore da questa edizione. E poi come non si fa ad amare una che si chiama Polina Gagarina? Sinceramente del fatto che la Russia sia omofoba in questo frangente non me ne frega una ceppa, perché va bene boicottare quando ha senso farlo, ma non si può passare una vita boicottando.

Inoltre ho trovato davvero bello il livello di coinvolgimento che Polina ha dimostrato soprattutto nella parte finale dell’esibizione. Che magari stava anche fingendo (benissimo), ma risultava sicuramente meno fastidioso del livello di piacionaggine esibito dal vincitore svedese. Che ok sei bono, ma EVEN LESS/ANCHE MENO.

Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi

Commenti via Facebook

comments

  • Domenica al lavoro e mi ascolto il vostro live…
    Ma chi e’ in apertura??? non si capiva nulla! 🙁

    • Dario Spada from Radio 105!

      • Ah ecco mi sembrava una voce “professional”. Io un po’ bagnata come la peggio troietta ovviamente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: