I 6 tipi di persone che almeno una volta hai incontrato in aeroporto

Estate, tempo di viaggi, vestiti leggeri e baci rubati. Ok, vista così sembra di più l’ennesima pubblicità del Cornetto Algida; a noi pessimisti l’estate ricorda per lo più le ascelle “commosse”, le pizzicate di zanzare le code interminabili per strada o nelle stazioni/aeroporti.

Ed è proprio di questi ultimi che mi voglio soffermare a parlare: recentemente ho transitato per diversi aeroporti in giro per il mondo e ho identificato svariate tipologie di persone che vorresti o non vorresti incontrare durante il tuo percorso in aeroporto, alcuni di loro ti seguiranno pure sull’aereo, pensa che culo.

Quindi allacciate la cintura, alzate il tavolino reclinabile e spegnete i vostri apparecchi elettronici perché ora stiamo per sparare a zero su tutti quelli che ci hanno fatto girare vorticosamente le balle nei nostri viaggi.

intro

L’ANSIOSO

E’ quello che continua a guardare il tabellone delle partenze ed è alla continua ricerca di conferme dalle persone vicine, chiedendo se si trovi o meno al gate giusto. Lo si trova sempre stretto al proprio Passaporto e carta di imbarco (che getta dopo 10 anni dal volo per sicurezza), nutre un amore materno per tutto il personale che lo aiuterà, dalle hostess a quello delle pulizie. Al controllo sicurezza è irrequieto più che un colombiano imbottito di coca e se per caso l’allarme suonerà sarà più agitato che Sandra Milo per Ciro. Se per caso te lo becchi sul volo, prega non abbia una crisi di panico (c’è questa remota possibilità).

kevin

IL NAVIGATO

Sa praticamente tutto lui, potrebbe pilotare direttamente l’aereo e servirti succo d’arancia e stuzzichini allo stesso tempo, se incroci il suo sguardo è fatta, inizierà a riempirti di chiacchiere relative ai suoi mille viaggi di cui non ti importa una sega. Non azzardarti a fargli una domanda o ti ritroverai a doverti sorbire i consigli su come affronta le turbolenze in volo o come ha eseguito una sternotomia in alta quota con un coltello in plastica senza chiamarsi Christina Yang. Se te lo becchi in volo, beh, prega di aver del Lorazepam con te. Quando atterrerete c’è caso che ti chieda di rimanere in contatto, tutto ciò ti viene consigliato dalla redazione di Signorponza.com solo se la tua categoria preferita su Youporn è “Enormus Ego”.

il navigato

IL BEL TENEBROSO

Il suo habitat naturale sono le sale d’attesa dei diversi terminal aeroportuali. Sguardo penetrante e prestanza fisica lo rendono appetibile a nostri corpi distrutti dal Jet Lag. E finisci per star lì seduto/a davanti a lui/lei immaginando situazioni piccanti dove lo fate nei bagni, sul nastro dei bagagli e persino dietro al banchetto della vostra compagnia aerea. Lo guardi, e la tentazione di attaccar bottone è forte ma non sai nemmeno tu di cosa parlare, quindi tergiversi e cerchi una frase mistica e profonda, magari tratta dal capolavoro “The Lady” che sicuramente farà breccia nel suo cuore. Quando credi di aver attirato la sua attenzione ti dirigi verso il primo bagno disponibile, sperando di essere seguito, ma al suo posto entra solo l’ennesimo vecchio piscione o quello con l’attacco di sciolta. Tutto termina quando l’avviso del suo imbarco, generalmente sempre diverso dal tuo, lo/la richiama al gate corretto. Se trovi questo soggetto in volo, rassegnati tanto sarà l’ennesima #mainagioia.

il bel tenerbroso

LA COMITIVA LOGORROICA

Raggruppa un target di età più o meno vasto e gli argomenti trattati spaziano dalla politica ai pettegolezzi, l’unica cosa che li accomuna è la persistente voglia di parlare e blaterare sempre ed in continuazione. In genere è composta sempre da individui rumorosi, che rendono quasi piacevoli gli schiamazzi del pubblico di ragazzine urlanti di Amici. Potranno essere anche le 3 del mattino e tu, poraccio, sei lì a fianco a loro a sorseggiarti il tuo Caffè (brodaglia) Starbucks ma non riuscirai a fare a meno di sentire di come si suddivida il Prodotto Interno Lordo dell’Azerbajian o se mai vi sarà un futuro per Gemma e Giorgio. I loro argomenti, continuativi e randomizzati, ti procureranno un eyeroll tale da farti sparare i bulbi oculari direttamente fuori dal cranio. Non so se sia meglio star vicino a loro oppure passare una settimana a Medjugorje con Brosio. Se ti capita di sederti vicino a loro in aereo: ipod, cuffie e via.

cuffie

QUELLA COL BAMBINO

E’ la classica donna che non sa sbolognare il figlio a qualcuno per intraprendere un viaggio, anzi, trova l’esperienza di volo educativa per la prole e incoraggia l’infante ad urlare e gioire di ogni minima cagata a bordo. Ha lo stesso istinto materno di Britney Spears, per intenderci: siede la creatura, controlla il suo stato di incolumità, poi appena può si rintana su Facebook, incurante che il bambino possa inserirsi in qualche modo nella turbina dell’aereo. Alcune compagnie aeree ci vengono incontro, donando al bebè un piccolo pupazzetto per star calmo durante il volo, non ci dicono però che tale oggetto viene confezionato dal Pagliaccio IT in persona, ed il suo coccoloso manto è in realtà imbevuto di farmaci sedativi che agiscono per inalazione, calmando il piccolo. In una parola: AMO. Perdonate il cinismo, mi piacciono i bambini (per circa 15 minuti) ma provate voi a farvi un viaggio intercontinentale con un bambino che urla e frigna in cabina per tutto il tempo. Se vi dovesse accadere, provate a recitare un rosario.

baby

IL PORACCIO

Riassumendo sei TU. Tu che attraversi il parcheggio dell’aeroporto nel cuore della notte con il tuo trolley dissestato. Tu che fai la levataccia per trovare un posto decente dove stenderti prima del volo ma che, come solito, finisci a dormire sul freddo pavimento aeroportuale coperto da una pashmina; Tu che raccimoli i tuoi averi e compri Pringles a prezzi da mercato degli organi; Tu che prima di partire preghi come Fiordaliso prima di lanciarsi sull’isola, sperando che nessun incontro possa rovinarti il viaggio. Ricordati TU SEI IL PEGGIORE.

tu

MA SIAMO TUTTI CON TE.

E voi avete qualche “tipo da aeroporto” che vi sta particolarmente sulle palle? Fatecelo sapere!

Mattefloxacin88

Mattefloxacin88

Mentre scrivo ho 28 anni e nella vita guadagno il pane facendo l’infermiere. Di origini emiliane, faccio la mia apparizione dalla Riviera Adriatica circondato dalle acque come "Valeria Lo Spirito della Fonte", per arruolarmi tra i Ponza’s Angels. Mi batto affinché nessuna “trashata” rimanga nascosta o dimenticata. Sono portatore sano di Maniglie dell'Amore e di R moscia. Tra i miei superpoteri troviamo la capacità di dormire 2 ore a notte ma essere comunque fresco come una rosa ed una pazienza (quasi) infinita, gli altri li sto ancora sviluppando.
Mattefloxacin88

@mattefloxacin88

E' un medicinale. Non induce sonnolenza. Contributor per https://t.co/fosGGp52TM. Snapchat & Telegram Mattefloxacin88
RT @juri_po88: - "Sei stanco?" - "No no" Due minuti dopo. https://t.co/83mT5ZNqyM - 10 minuti ago
Mattefloxacin88

Commenti via Facebook

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: